Cure dentistiche pediatriche: la guida per genitori e bambini.

Benvenuti alla scoperta di una breve traccia che può guidare genitori e bambini nella cura dell’igiene orale.

Durante questo breve approfondimento esploreremo attraverso una linea temporale di crescita dei vostri figli quella che consideriamo una buona pratica per il miglior mantenimento della salute orale dei bambini.

Solitamente tutti i 20 denti da latte di un bambino spuntano dalle gengive in età compresa tra i 6 mesi e i 3 anni, quindi, i denti permanenti cominciano ad emergere di solito a partire da circa 6 anni. Probabilmente il vostro bambino ha fatto la sua prima visita dal dentista tra i 6 e i 12 mesi, ed ora dovrebbe essere seguito da un dentista con costanza.

Se per qualche ragione non avete ancora eseguito una prima visita, fissate un appuntamento per un esame contattandoci qui, la prima visita è gratuita e senza impegno!

Ogni bambino nel periodo compreso dai 3 ai 6 anni sviluppa attivamente le abilità linguistiche ed inizia ad esplorare il mondo. Per quanto sia difficile chiedere ad un bambino in età prescolare di stare fermo, questa è l’età in cui è possibile insegnare le migliori abitudini di salute ed igiene orale.

Il bambino può imparare a lavarsi i denti a circa 3 anni e dovrebbe lavarsi i denti, mattina e sera, già in autonomia, all’età di 4 anni.

È bene comunque sorvegliare e verificare la corretta pulizia ogni volta che si lava i denti fino a che non lo fa correttamente, con costanza e in autonomia. Un primo passaggio è quello di dargli uno spazzolino da denti piccolo e morbido applicando un dentifricio al fluoro in quantità pari alla dimensione di un chicco di caffè.

Incoraggiatelo a osservare mentre papà e mamma o i fratelli più grandi si lavano i denti per fargli vedere come spazzolarli.

Un buon metodo di insegnamento può essere quello di fare in modo che il bambino si lavi la mattina in autonomia e con il vostro aiuto la sera, così da correggerlo quando necessario. Insegnategli a non ingoiare il dentifricio e iniziate a usare il filo interdentale con lui non appena i dentini si toccano tra loro.

È bene comunque fissare delle visite cadenzate con il proprio dentista per individuare con il giusto tempismo come intervenire preventivamente e nel miglior modo possibile nell’insegnamento della tecnica per applicare il filo interdentale e per fargli vedere come usarlo al meglio.

A volte alcuni bambini continuano a succhiare il pollice anche da più grandicelli. Per questo “problema”, il dentista pediatrico può essere di grande aiuto: un dentista per bambini è appositamente preparato per trovare la soluzione più adatta.

Date a vostro figlio alimenti nutrienti per mantenere gengive sane, sviluppare denti forti ed evitare la carie: questi includono cereali integrali, verdure e frutta. Cercate di evitare cibi ad alto contenuto di zuccheri e carboidrati particolarmente lavorati, come dolci, pasta e pane bianco.

È importante capire le giuste esigenze di fluoro necessarie per ogni età con il dentista, questo perché esistono integratori supplementari che possono garantire il giusto apporto in caso di dieta sbilanciata: in caso che venga prescritto bisogna fare attenzione a seguire le giuste quantità da utilizzare, perché se utilizzato in maniera eccessiva può danneggiare e macchiare i denti.

Tenete sempre vostro figlio lontano dal fumo passivo e cercate di evitare che beva troppe bibite. Il fumo passivo, così come gli zuccheri contenuti nelle più comuni bibite gassate, possono contribuire allo sviluppo della carie e delle malattie gengivali, oltre a mettere in pericolo la sua salute.

Per ogni dubbio o necessità affidatevi sempre a dentisti esperti nella salute orale dei bambini, abbiamo anche approfondito l’argomento qui. Per ogni evenienza potete contattarci a questa pagina, siamo a vostra disposizione.

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO & Web Design by Media Service Italia.