Faccette dentali, caratteristiche e durata

Cosa sono le faccette dentali?

Sempre più persone scelgono di ricorrere all’applicazione di faccette dentali, sottili lamine in resina, ceramica o porcellana che vengono cementate alla superficie di uno o più denti per nasconderne difetti di colore, forma o posizione.
Vediamone più in dettaglio le caratteristiche.

Quali sono le caratteristiche delle faccette dentali?

Come scritto in apertura, le faccette sono realizzate in resina, ceramica o porcellana e il loro spessore delle faccette va da 0,3 mm a 0, 7 mm a seconda del problema da risolvere. Devono essere almeno della stessa dimensione del dente su cui vengono applicate e il colore deve essere scelto per armonizzarsi con il resto della dentatura.

In quali casi vengono applicate le faccette dentali?

  • Macchie o scoloriture causate dall’assunzione di medicinali (ad esempio le tetracicline) che non possono essere risolte con lo sbiancamento.
  • Diastemi, cioè spazi tra i denti che compromettono l’armonia del sorriso.
  • Smalto dentale danneggiato.
  • Denti di forma anomala che, ad esempio, rendono difficoltosa la masticazione.
  • Denti consumati dall’età o dal bruxismo, l’involontario digrignare dei denti soprattutto durante il sonno.
  • Disallineamenti risolvibili senza il ricorso all’apparecchio ortodontico.

Come si esegue l’intervento?

L’intervento di applicazione delle faccette si svolge in due fasi:
Prima fase
La faccetta non dovrà essere visibile: per questo il dentista lima una parte di smalto corrispondente al suo spessore. Questa procedura di solito non è dolorosa, ma il dentista, in base al livello di sopportazione del paziente, potrebbe decidere di usare una piccola dose di anestetico.
In seguito si prende l’impronta dentale che consentirà la creazione di una faccetta delle giuste dimensioni. Per tingerla del colore più adatto si usa poi una scala colore che viene messa a confronto con la tonalità dei denti originali.

Seconda fase
Prima del fissaggio, il dentista verifica con il paziente il colore e la misura della faccetta.
A seguire, il dente su cui intervenire viene isolato per proteggere quelli circostanti, trattato con acido ortofosforico e rivestito con un adesivo apposito.
Infine, il dentista avvia la procedura di cementazione della faccetta al dente.

Quanto durano le faccette dentali?

Le faccette dentali sono molto robuste e hanno una vita media di 5 – 10 anni, ma è importante rispettare alcune regole per mantenere il più a lungo possibile un sorriso smagliante:

  • Evita di fare pressione sulla faccetta durante la masticazione, soprattutto in caso di cibi duri o gommosi.
  • Programma una seduta di pulizia dentale professionale ogni 6 – 12 mesi.
  • Se soffri di bruxismo, di notte proteggi i denti con un bite su misura.
  • Mantieni una corretta igiene orale, spazzolando i denti almeno tre volte al giorno e ricordandoti di utilizzare il filo interdentale per evitare l’accumulo di placca.
  • Evita fumo, alimenti e bevande che possono macchiare i denti.

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO & Web Design by Media Service Italia. Hosted by Media Hosting Italia