L’uso del laser in odontoiatria, di cosa si tratta?

Laserterapia dentale a Ciriè: di cosa si tratta?

La laserterapia è un supporto sempre più utilizzato dai dentisti per trattare un ampio numero di patologie, intervenire chirurgicamente all’interno del cavo orale o migliorare l’estetica del sorriso.
Questa versatilità è data dal fatto che esistono vari tipi di laser, con lunghezze d’onda diverse e adatte a numerose applicazioni.
Vediamo più da vicino gli ambiti di utilizzo.

Laserterapia: quando viene utilizzata?

Chirurgia orale
Come abbiamo già scritto nell’articolo dedicato alla chirurgia orale, il laser è sempre più impiegato come sostituto del bisturi grazie alla possibilità di praticare incisioni ridotte, di evitare il sanguinamento e le suture. Inoltre, grazie alle proprietà antibatteriche, il laser consente di ridurre gonfiore, infiammazioni e infezioni.

Parodontologia
La laserterapia è spesso utilizzata nella cura di malattie che colpiscono le gengive: spingendosi in profondità, infatti, il laser elimina efficacemente i batteri favorendo allo stesso tempo la guarigione e il rafforzamento della zona trattata. Questo consente di ridurre progressivamente il sanguinamento e di rendere i denti più saldi nella gengiva.
La laserterapia è molto efficace nei casi di piorrea, infiammazione cronica dei tessuti intorno alla radice del dente che, nei casi più gravi, può anche allentarsi e cadere.

Diagnosi di carie
È possibile diagnosticare la presenza di carie senza ricorrere ai raggi x ma utilizzando macchinari che, grazie a un fascio di luce laser, illuminano macchie scure corrispondenti alle zone colpite.
La diagnosi con il laser ha il grande vantaggio di individuare le carie ancora in fase iniziale e, grazie alla mancanza di radiazioni, è adatta anche a donne in gravidanza o bambini.
Di questo argomento abbiamo parlato in modo più approfondito in un altro articolo che puoi leggere qui: Diagnosi della carie con il laser – di cosa si tratta?

Sbiancamento dentale
Come spiegato in modo più approfondito in un articolo dedicato, la luce laser è utilizzata per attivare la pasta con perossido d’idrogeno che viene applicata sui denti durante il trattamento di sbiancamento dentale. La luce consente all’ossigeno contenuto nella pasta di “liberarsi”, andando ad attaccare ed eliminare le macchie pigmentate sui denti.
Il laser è sicuro sui denti, non li indebolisce e non li danneggia.

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO & Web Design by Media Service Italia.